Archivi
free counters
Cornucopia 3D
Avvertenze
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le foto presenti sul blog sono dei rispettivi autori, nel caso violino i diritti d'autore saranno rimosse in seguito a pronta comunicazione.

Spesso le acque di scarico sono sature di sostanze tensioattive (detersivi, syndet …) utilizzate sia per uso domestico sia industriale.  In molti casi i tensioattivi sono scarsamente biodegradabili (la legislaziione vigente prevede che i detersivi siano biodegradabili almeno dell’80%) e formano sulla superficie dell’acqua un velo che ostacola lo scambio di ossigeno con l’atmosfera ed il passaggio di sostanze gassose quali, CO2, CH4, NH3, SO3, prodotte dalla decomposizione di materiale organico presente nell’acqua. Questa azione può compromettere l’ecosistema.

In Europa il consumo di tensioattivi contenuti nei detergenti per uso domestico ed industriale supera dimolto il milone e mezzo di tonnellate all’anno. In Italia è stato stimato che tale consumo si aggiri intorno alle 500.mila tonnellate/anno per il solo uso domestico.

Nelle zone costiere di molti paesi è stata segnalata la presenza di livelli significativi di tensioattivi ed è stato dimostrato il loro ruolo nel degrado della vegetazione. questo fenomeno è stato osservato  soprattutto in corrispondenza di aree fortemente antropizzate adiacenti alle foci dei fiumi.

Il danno è dovuto sia all’azione combinata sale/tensioattivo sia alla azione diretta del tensioattivo sulle membrane cellulari e per l”azione solubilizzante delle cere epicuticolari. Questi effetti sono favoriti dall’effetto aerosol. (rif. Danni da tensioattivi sulla vegetazione litoranea dell’Italia meridionale)

Per saperne di più

Ministero della salute

Scuola Media “Gen. Griffini”

LIUC

 

I Commenti sono chiusi

Universo Segreto
Universo Segreto
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Il sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close