Archivi
free counters
Cornucopia 3D
Avvertenze
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le foto presenti sul blog sono dei rispettivi autori, nel caso violino i diritti d'autore saranno rimosse in seguito a pronta comunicazione.
Revolever Map

Fonte: www.julienews.it

Un mese fa era stato lanciato l’allarme  per il rischio di definitiva estinzione per la ‘Capra Napoletana’. La rivista “Agricoltura e innovazione” aveva acquistato un gruppo di capre napoletane per scongiurarne l’estinzione, capre che purtroppo un mese fa dovevano essere trasferite perché non era più possibile tenerle nell’allevamento che le ospitava. A rispondere all’appello lanciato a mezzo stampa è stato lo Zoo di Napoli .

becco-napoletano

A partecipare al progetto messo in campo da Agricultura e Innovazione anche Vincenzo Peretti genetista della Facoltà di Medicina Veterinaria di Napoli, esperto di razze a rischio di estinzione.

capra-napoletana3

“Allevata principalmente in provincia di Napoli ed esattamente alle pendici del Vesuvio e sui Monti Lattari, oggi questa capra – spiega Vincenzo Peretti – è seriamente compromessa e il rischio di estinzione incombe ogni giorno sempre più seriamente. La razza era allevata tradizionalmente per il latte fresco da pronto consumo, infatti piccoli greggi di capre in lattazione, venivano portate in città, dove il latte veniva venduto al bicchiere e talvolta la capra veniva fatta salire sul pianerottolo di casa degli antichi palazzi partenopei, per essere munta davanti al cliente”. Sensibile all’iniziativa anche Francesco Borrelli commissario regionale dei verdi, convinto che quest’iniziativa sia di rilevante importanza per lo zoo di Napoli e per tutta la città.

Origine e diffusione

L’origine di questa razza italiana, allevata in provincia di Napoli (pendici del Vesuvio e dei Monti Lattari), è sconosciuta. Il numero di capi si è fortemente ridotto negli ultimi decenni.

Caratteristiche morfologiche e produttive

Taglia: media.
Testa: piccola con corna di tipo alpino e tettole; orecchie pendenti, priva di barba.
Tronco: torace ed addome ben sviluppati.
Vello:
nero con zone limitate rosso-chiaro, oppure rosso scuro con zone più chiare; pelo corto.
Altezza media al garrese:
- Maschi a. cm. 80
- Femmine a.  cm. 72
Peso medio:
- Maschi a. Kg. 60-65
- Femmine a. Kg. 50-55
Produzioni medie latte: pluripare  lt. 450

La razza era allevata tradizionalmente per il latte fresco da pronto consumo. Vengono riportate produzioni per le primipare di 350 litri in 165 giorni e per le pluripare di 450 litri in 165 giorni. Inoltre si producevano prodotti caseari casalinghi. La produzione principale di carne è data dal capretto che viene macellato a circa 9-12 kg. E’ una razza molto rustica.

Fonte: agraria.org

Lascia un Commento

Universo Segreto
Universo Segreto
dicembre: 2010
L M M G V S D
« nov   gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Babel Fish
La scuola che funziona
Imagozoon
night RiderDovanojamas gyvūnasTail Replacement SurgeryBeorn
StatPress
Visits today: 164
FireStats
  • Pagine mostrate: 904455
  • Visitatori unici: 316779
  • Pagine visitate nelle ultime 24 ore: 2188
  • Visitatori unici nelle ultime 24 ore: 289
FireStats icon Powered by FireStats
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
http://www.wikio.it
  • New feather findings get scientists in a flap
    Scientists have revealed that feather shafts are made of a multi-layered fibrous composite material, much like carbon fiber, which allows the feather to bend and twist to cope with the stresses of flight. Since their appearance over 150 million years ago, feather shafts (rachises) have evolved to be some of the lightest, strongest and most fatigue resistant […]
  • Genome editing technique advanced by researchers
    Customized genome editing -- the ability to edit desired DNA sequences to add, delete, activate or suppress specific genes -- has major potential for application in medicine, biotechnology, food and agriculture. Now researchers examine six key molecular elements that help drive this genome editing system, which is known as CRISPR-Cas.
  • Let there be light: Evolution of complex bioluminescent traits may be predictable
    A longstanding question among scientists is whether evolution is predictable. A team of researchers from University of California Santa Barbara may have found a preliminary answer. The genetic underpinnings of complex traits in cephalopods may in fact be predictable because they evolved in the same way in two distinct species of squid.
  • Predicting the predator threatening a squirrel by analyzing its sounds and tail movements
    Biologists found the could quite accurately predict what type of predator was threatening a squirrel by analyzing its sounds and tail movements.
  • Ancient Europeans intolerant to lactose for 5,000 years after they adopted agriculture
    By analyzing DNA from petrous bones of ancient Europeans, scientists have identified these peoples remained intolerant to lactose (natural sugar in the milk of mammals) for 5,000 years after they adopted agricultural practices. The scientific team examined nuclear ancient DNA extracted from thirteen individuals from burials from archaeological sites in the G […]
FireStats icon Powered by FireStats