Archivi
free counters
Cornucopia 3D
Avvertenze
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le foto presenti sul blog sono dei rispettivi autori, nel caso violino i diritti d'autore saranno rimosse in seguito a pronta comunicazione.

Fonte: Repubblica.it

I ricercatori della Nasa hanno scoperto, sul fondo di un lago californiano Mono, un batterio con un metabolismo basato sull’arsenico. La scoperta è di eccezionale importanza poichè si tratta del primo caso in cui l’arsenico viene preso come componente fondamentale per lo sviluppo di un organismo: fino ad oggi la vita era sempre risultata dipendere da altri elementi quali carbonio, idrogeno, azoto, ossigeno, zolfo e fosforo, elemento quest’ultimo affine come caratteristiche chimiche all’arsenico.

l batterio  è stato scoperto dal gruppo di astrobiologi della Nasa coordinato da Felisa Wolfe-Simon, in collaborazione con altri centri di ricerca americani. I ricercatori hanno coltivato in laboratorio alcuni batteri “pescati” nel fango del lago, con alti livelli di arsenico e ricchissime di sale. Giorno dopo giorno gli astrobiologi hanno aumentato la quantità di arsenico nel terreno di coltura dei batteri, fino a trasformarli microrganismi completamente dipendenti da quel veleno. La loro ricerca è stata pubblicata su Science.

Che i batteri siano riusciti a sopravvivere è stata una sorpresa per gli stessi ricercatori. I batteri mangia-arsenico sono oggi l’unica forma di vita finora nota nella quale una sostanza tossica sostituisce completamente il fosfato, indispensabile alle funzioni vitali di tutte le forme di vita conosciute. Il fosfato è infatti alla base delle molecole del Dna, del “carburante” delle cellule (ATP) e di tutte le cellule. Tutte queste funzioni, nel batterio ET, sono rese possibili esclusivamente dall’arsenico.

In biologia, il termine “alieno” è usato fin dagli anni Sessanta per indicare quegli organismi (in genere microscopici) che in precedenza venivano definiti “estremofili”, ovvero in grado di vivere lungamente e prosperare in habitat dalle condizioni “estreme”: a temperature altissime o bassissime, grandi pressioni, in presenza di sostanze tossiche e così via. Questo perché si tratta di forme di vita “aliene” al normale ambiente terrestre.

NASA-Funded Research Discovers Life Built With Toxic Chemical

I Commenti sono chiusi

Universo Segreto
Universo Segreto
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Il sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close