Archivi
free counters
Cornucopia 3D
Avvertenze
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le foto presenti sul blog sono dei rispettivi autori, nel caso violino i diritti d'autore saranno rimosse in seguito a pronta comunicazione.

Gli animali adottano due strategie finalizzate alla sopravvivenza della specie: la strategia K e la strategia R.

branco  gnu

Tenuto conto delle limitazioni legate alle risorse ambientali, una specie per assicurarsi il successo quanti figli deve produrre? A quale età la femmina deve raggiungere la maturità sessuale? E’ più conveniente avere una prole numerosa o parti singoli? Quanto tempo è dedicato alle cure parentali? Qual’è la durata ottimale del ciclo vitale?

La scelta della  strategia R significa preferire la “quantità”: la specie impegna le proprie “energie” per mantenere alto  il tasso riproduttivo con molti nati che sviluppano rapidamente: il ciclo vitale dell’individuo si esaurisce nel tempo necessario per raggiungere la maturità sessuale e riprodursi.

banco  pesci

Chi sceglie la strategia K opta per la “qualità” . I Primati sono caratterizzati da un basso tasso riproduttivo, con parto semplice. Un solo nato allattato e protetto per un lungo periodo di tempo consente al cucciolo di raggiungere la  maturità nelle migliori condizioni per riprodursi a sua volta. Inoltre, il lungo periodo di apprendimento consente al cervello, attraverso l’arricchimento dei rapporti sociali, di esprimere tutte le sue potenzialità aumentando così le probabilità di sopravvivenza.

mom son

In definitiva:

Le popolazioni a strategia R basano la propria sopravvivenza sul potenziale biotico ovvero hanno:

  • alta capacità riproduttiva
  • elevata mortalità postnatale
  • alta resilienza (ottima capacità di autoripararsi da un danno)
  • scarse cure parentali
  • bassa resistenza
  • breve vita (curva della mortalità di tipo 3)

Le popolazioni a strategia K basano la loro sopravvivenza  sulla capacità portante.

In generale una popolazione K è costituita da individui che spendono la loro energia massimamente per il mantenimento e che sono in una popolazione prossima al massimo numero consentito, in un ambiente costante => competizione intensa.
La popolazione R è  composta da un individui piccoli, con grande capacità di adattamento ai cambiamenti molto frequenti e imprevedibili, spendono la loro energia maggiormente per la riproduzione => scarsa e variabile competizione.

Per approfondire

Curve di sopravvivenza e mortalità

wapedia: strategia r-K

progettogea.com

I Commenti sono chiusi

Universo Segreto
Universo Segreto
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Il sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close